Tutti ne parlano ma pochi sanno veramente cosa sia, la Local SEO. Vediamo di cosa si tratta e come funziona.

Cosa si intende per local SEO?

La local SEO altro non è che una strategia di ottimizzazione volta ad aiutare la nostra attività ad essere più visibile nei risultati di ricerca locale su Google.

Qualsiasi attività commerciale che abbia una sede fisica o che serva un’area geografica specifica può trarre vantaggio dalla local SEO. Quindi, se abbiamo un’attività e puntiamo ad essere presenti nel cosiddetto “map pack”, ossia quella piccola lista che appare su Google ad ogni ricerca locale, dovremo iniziare a pensare bene ad una strategia di local SEO.

Ok, è importante, ma come funziona la local SEO?

Prima di tutto è bene sapere che Google utilizza tre criteri per decidere che aziende mostrare all’utente:

  • distanza: quanto l’utente è vicino al tuo o ad un dato negozio
  • pertinenza, ossia quanto un risultato coincida con ciò che l’utente cerca
  • importanza: quanto siamo importanti per Google

Per ottenere un buon posizionamento occorre dunque tenere conto di questi criteri e cercare di presentare a Google la nostra attività nel migliore dei modi.

Come ottimizzare la nostra attività per Google?

In primis è necessario aprire un account Google My Business (GMB per gli amici). GMB ci permette di compilare una scheda esaustiva sulla nostra attività, descrivendo luogo, orari, contatti, servizi/prodotti, offerte e foto e una miriade di altri dettagli utili a convincere Google e dei potenziali clienti a visitare il nostro locale. Una volta creata la scheda, ricordiamoci di incoraggiare i nostri clienti a lasciare delle recensioni! (Non tutti contemporaneamente, è importante).

Ottimizziamo il nostro sito web, utilizzando schema.org (vedremo in futuro anche questo) e keyword studiati per dare pertinenza al sito. Per esempio, abbiamo un salone di parrucchiere a Varese e vogliamo raggiungere nuovi clienti in zona? Utilizziamo nei tag e negli heading le keyword “Parrucchiera” e “Varese”.

Ricordiamo di utilizzare un tema/sito che sia ben visualizzato anche da mobile, Google ci tiene particolarmente!

Curiamo i nostri profili social inserendo tutte le informazioni di contatto più utili. Benché i social non influenzino direttamente la SEO, sono comunque due materie correlate.

Utilizziamo directory locali, come Tripadvisor, altre OTA o siti che si attengano al nostro settore ed inseriamo la mappa nella pagina contatti.

Ed ora il tasto dolente: link building. Ebbene sì, se parliamo di SEO c’è sempre lei in mezzo. Perché più pagine (autorevoli) hanno un link che punta al nostro sito e più questo guadagna importanza agli occhi di Google.

Published On: Luglio 29th, 2021Categories: SEOTags: ,

CONDIVIDI QUESTO POST

CONDIVIDI QUESTO POST

Mi chiamo Michela e mi occupo di sviluppo e restyling di siti web e di posizionamento sui motori di ricerca. Scopri come posso aiutarti!

Leave A Comment